dice perché se tu devi cambiare ‘sto contatore del cazzo che non era nemmeno intestato a te ma ad un pover crìst di egiziano che sparì che di nome si sa poco ma forse MTR misero padre di famiglia però co’ ‘ste tre figlioline che giravano per casa mezze stracciate cioè uno c’ha misericordia però detto luogo pare la tana di tassi sozzi tuttavia il contatore maledetto non è intestato al medesimo ma forse a certa Irma che nemmeno lei è ripescabile ma poi ‘sto arnese esso è fuori norma vecchio storto pure cioè dentro casa mentre dovrebbe trovarsi fuori all’aperto come quello là che poi l’accoltellarono tuttavia c’ha un numero di matricola forse taroccato che poi non sai a chi telefonare e ci passi mezza giornata a romperti le tartacule ed a bestemmiare e ‘ste società  dette fornitrici che poi sarebbero in parte a capitale pubblico quindi la truffa è pure dello Stato che c’ha messo ai posti dirigenziali dei cognati ovvero parenti serpenti di partito co’ prebende pazzesche poi ci lucra assai più del dovuto alla faccia delle privatizzazioni che chissà per cui tu stai lì al telephòn ‘n’dove suona ‘na musichetta fastidiosa mezzo rock di bassa lega che dico io ci vorrebbe poco e ti dicono poi che prima devi fare un contratto e ci vien il tecnico  ad aprire ‘sta chiavetta poi in secondo luogo ritelefonare laonde per cui ti spostano chissà quando il contatore e ci perdi un sacco di tempo: basterebbero imprese private certificate che ti spostano il contatore secondo norma che ci vuole ‘na mezzora di lavoro e ti fanno il contratto e segnalano a chi di dovere.
Ma che paese è questo?

Annunci