Questa cartina me la son ritrovata tra le mani qualche giorno fa.
Essa spuntò fuori da 'na miseranda cartellina mezza scortecciata, de negra carta, pure con lembo amputato che conservavo in mio segretissimo archivio denominato: "Cassetto de le schifezze arcaiche".
Purtuttavia, laddentro ho ritrovato questo esemplare unico di mappa autografa, da me medesimo disegnata con penna stilografica. E me la ricordo ancora benissimo, la porca penna suddetta, colla sua pompetta interiore, o gommino, che ti faceva girar le tartacule non poco, essendo che si staccava o sgonfiava o tagliava o ledevasi in modo tale che il qualsivoglia inchiostro contenuto macchiava, imbrattava poi dita, estremità. mani, abiti, giacche camicie con conseguenti scapaccioni materni, ad abundantiam,  come diceva Tertulliano della sua "De educatione piccirillorum seu De scapacciantibus".

Annunci