Ieri ho partecipato ad una riunione in ricordo del mio amico Fiorenzo Guglielminotti, il partigiano "Sten", defunto  un anno fa, già pittore e psicanalista, persona di notevolissimo intelletto e di fine ironia.
E' stato proiettato un filmato ove lui narrava la sua esperienza di vita partigiana, un anno circa. Tutto ciò, tra gravi drammi, morti, fughe, percosse, rischi, e carcere, raccontato con una rara nonchalance col suo caro accento torinese.

E poi leggo qualche giorno fa che un tal sciagurato deputato, di cui, per fortuna, non ricordo il nome, ha affermato che la Resistenza non ha contato nulla.

    E non hanno contato nulla i 43.000 partigiani piemontesi, i circa 3000 caduti solo in Provincia di Torino!? E la divisione Monferrato, le brigate Garibaldi e tutti quei ragazzi armati male, pieni di freddo di fame che giravano tra stalle baite e rocce.
Niente, non conta niente, per quelli che fin nelle midolla sono fascisti da sempre.
Non contano più niente, poveri ragazzi.
 

Annunci